giovedì 6 settembre 2018

Recensione #7: La piccola bottega del tè di Caroline Roberts.

La piccola bottega del tèTitoloLa piccola bottega del tè
Autore: Caroline Roberts
Editore: Newton Compton Editori
Pagine: 313
Prezzo cartaceo: 9,90€ 

Ellie Hall ha un solo desiderio: dimenticare la vita di città e dedicarsi con amore alla piccola bottega del tè di Claverham Castle, per realizzare il suo sogno di bambina. Niente più noiosi calcoli al computer, finalmente: nelle sue giornate ci saranno solo tazze fumanti accompagnate da torte e biscottini, e amabili chiacchiere con i clienti. Tutto questo è però guastato dallo scorbutico Lord Henry, proprietario del castello, contrario ad aprire le porte della propria dimora ai visitatori. Ma Ellie non ha alcuna intenzione di perdere ciò per cui ha tanto lottato e così, cupcake dopo cupcake, con la sua bottega conquista il cuore degli abitanti, e i suoi dolci diventano l’attrattiva principale del posto. Ora tutto quello che manca nella vita di Ellie è un pizzico di romanticismo: sarà forse Joe, lo scontroso amministratore della tenuta, a donarle un po’ di inaspettata dolcezza?




-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Diciamoci la verità: a chi piacerebbe avere sempre e solo una vita piatta, una vita da pendolare fatta solo di casa-lavoro, lavoro-casa? Insomma Ellie si ritrova incastrata in una realtà "noiosa", sempre identica un giorno dopo l'altro. Dopo un tragico finale con l'ultima relazione, alla cara e dolce protagonista non resta altro che vivere una vita diciamo mediocre, che non riesce a darle molta soddisfazione se non in quei rari momenti in cui riesce a dedicarsi interamente a quella magnifica passione che la tanto mancata nonna le ha trasmesso: la pasticceria. Infatti il sogno di Ellie è proprio quello di aprire una bottega tutta sua, un piccolo angolo dove ogni csa sia delicata, dolce e in cui l'aria sappia di dolci e sfornate eccezionali accompagnate da un invitante profumino di tè e altre bevande calde. Un posto dove poter trovare conforto, riposo e ricaricare le batterie.

Un sogno che sembra fin troppo lontano, quasi impossibile fino a quando non appare davanti ad Ellie la possibilità di evadere da quella triste e grigia realtà di cui si sente prigioniera. Una piccola sala da tè in un lontano e disperso castello tra le colline verdi della campagna appena fuori città: Claverham Castle sembra la soluzione a tutti i suoi problemi e la possibile concretizzazione dei suoi sogni. Dovrà fare i conti con "avversari" già d'esperienza nel settore per poter ottenere il ruolo ma con una buona dose di fortuna e qualche parola giusta riesce ad accalappiarsi la piccola saletta.
Ciò che però non aveva messo in conto la nostra piccola Ellie è che non solo dovrà affrontare un proprietario un poco scorbutico e apparentemente inflessibile dai suoi giudizi e parametri, una cameriera un po' pettegola ed impicciona che si rivelerà però utile al momento giusto ma soprattutto dovrà fare i conti con il suo cuore ormai deluso e arido d'amore che riprenderà vita.
Merito di un affascinante e giovane collaboratore al castello ma non tutto ciò che è oro luccica! La strada non sarà di certo semplice e ad essere sinceri un po' ci speravo! Scusate eh... ma a chi piace una storia d'amore senza colpi di scena o qualche intrigo?! Eh su dai!


"Beep. Beep. Beep. 
Cosa diavolo era? Dannato rumore. Beep. Beep. Beep.
Lei riemerse da sotto il piumone. Buio pesto. Beep. Beep. LA sveglia. Aprì a fatica gli occhi ecercò a tentoni il telefono e il pulsante di spegnimento. Loschermo lampeggiava: 6:30.
Aaah...
Era oggi.
La bottega di Ellie apriva oggi. Il suo sogno cominciava oggi."

Tanto per cominciare, parliamo della copertina.
The Cosy Teashop in the CastleChi mi segue da un pochetto sa bene la mia fissa per le copertina e di quanto esse siano importanti, se non fondamentali per la mia scelta (a volte sono addirittura l'unico motivo!). Ebbene... nulla di che ma come si può non adorare quel tocco vintage ed emotivo che danno quella tazza e quel paio di libri in primo piano? Ammetto che leggendo titolo ed osservando a freddo l'immagine pensavo più che la storia si sarebbe svolta in una specie di bottega del tè intellettuale o in una biblioteca o libreria dotata di sala tè. 
Per quanto riguarda l'originale... beh, direi che siamo totalmente in un altro ambiente e clima. Vogliamo mettere l'allegria, la spensieratezza e la delicatezza di quella inglese? Questo disegno che ritrae perfettamente la possibile visuale che avremmo davanti come scena se fossimo ospite del romanzo. Trovo che la casa editrice abbia azzeccato totalmente la scelta con questa copertina originale e non mi sarebbe dispiaciuto per nulla, anzi, se fosse stata mantenuta.
Una di quelle cosucce microscopiche che secondo me invece avrebbero fatto un enorme differenza.

Per quanto riguarda i personaggi... che dire!
Abbiamo una dolce e, a volte, ingenua ragazza che sogna una vita fatta di dolci e tè in una bottega tutta sua. E quale miglior occasione se non quella di "affittare" una tazza di tè, per di più in un antico castello nel bel mezzo dell'Inghilterra? I paesaggi suggestivi con le frequenti piogge, i turisti curiosi e affamati dopo una bella e dettagliata visita al castello fatta dalle due guide più simpatiche ma al contempo professionali che possano esistere, Malcolm e Derek. Inoltre al castello troviamo il proprietario di casa, il burbero e diffidente Lord Henry che si rivelerà "essere più" di ciò che sembra. Due cameriere l'una l'opposta dell'altra ma con un feeling e un'attitudine al lavoro che farebbe quasi impressione: una signora coi fiocchi, Doris, la classica pettegola impicciona sempre alla ricerca di qualche news e la tenera e giovane Nicole, alle prime imprese col lavoro nel quale si rivelerà una risorsa preziosa. Una fantastica ed infallibile segretaria/tuttofare, Deana, dolce e disponibile come la sorella mai avuta dalla nostra Ellie. E infine lui, il misterioso e tenebroso figaccio del castello, l'amministratore Joe. Giovane affascinante, fisico impeccabile e con uno sguardo magnetico, del quale Ellie riuscirà mooolto difficilmente a dimenticarsi. Ho adorato la scelta della scrittrice di rendere la cosa un tantino "lenta", non immediata ma non lo è stata del tutto. Mi spiego meglio.
Sono andati per gradi? Si. Prima abbraccio, poi bacio, poi sesso. Okay.
E' arrivato il sentimento, le scene hanno trasmesso quel brivido non-so-manco-io-cosa? Si, okay.
Eppure qualcosa manca.
Adoro le scene romantiche, adoro le storie d'amore che nascono piano piano ma trovo che la cosa sia stata troppo... sistematica, ecco. Quasi matematica. Okay che Ellie ha avuto un assurda ed indimenticabile delusione da una vecchia relazione, okay che Joe non vuole correre o peggio ancora avere rapporti con colleghi, per di più sul luogo di lavoro, ma qualche cosa in più. Un pizzico di pepe e cannella, suvvia!
Almeno questa mancanza strettamente personale è stata coperta dai colpi di scena, pochi e brevi ma almeno ci sono stati.

Il finale? Direi buono.
Scontato? Assolutamente! Come dovrebbe finire un romanzo rosa se non con il "vissero per sempre felici e contenti"?!
Emozionante? Ho letto di meglio, ma anche di molto molto peggio. Lasciamo stare.
Trauma finale? Ammetto di si.
Anche se il modo di scrivere della cara Zia Caroline sia molto dolce, chiaro e trasparente, mi permetto di dire a volte anche troppo "chiaro", è riuscita a lasciarmi con il fiato sospeso per alcune situazione improvvise che non mi sarei aspettata ma soltanto un paio. Speravo, come detto prima, in qualche movimento in più.


Trovo che questa sia una lettura molto tranquilla, per nulla impegnativa in quanto l'obiettivo e la continuità delle scene sia molto presente e ben prevedibile se non in rare occasioni. Diciamo che è una di quelle letture da fare in massimo relax e momento di svago, senza ragionamenti vari.
La consiglio a chi cerca una storia d'amore dolce e armoniosa. 
Sconsigliato a chi ama i rosa un poco movimentati, pieni zeppi di colpi di scena o cambiamenti improvvisi.



|Mizuki|

mercoledì 5 settembre 2018

W.w.w. Wednesday #7.

Buongiorno readers!
Come ogni Mercoledì ci si incontra per una rubrica davvero speciale, una delle prime ad essere state create molto probabilmente ma ancora una delle poche che è capace di rendere unico un blog e di far gioire le nostre librerie contemporaneamente al dispiacere dei nostri portafogli!
Parlo proprio di lei, parlo del.... Www Wednesday.

W.w.w. Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should beReading
consiste in un memo settimanale, appunto di mercoledì, dove il blogger dovrà rispondere a tre domande:

- What are you currently reading?
- What did you recently finish reading?
- What do you think you'll read next?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------
What are you currently reading?

Oppression (I Figli degli Dei - Vol. I)Ce ne sono altri come lei. Tanti. E la aspettano da moltissimo tempo… Elyse sa cosa significa mantenere un segreto. Lo ha fatto per tutta la vita. Due, a dire il vero. Per prima cosa, invecchia cinque volte più lentamente delle persone normali e, pur dimostrando diciotto anni, in realtà ne ha ottanta. Secondo, il suo sangue ha il misterioso potere di guarire. Per Elyse questi elementi non la rendono speciale. Rendono la sua vita pericolosa. Dopo la morte dei genitori, è stata attenta a custodire il segreto il più possibile e solo un’altra persona al mondo conosce la sua età e la sua abilità. O, almeno, così crede. Elyse non è l'unica a saper mantenere i segreti. Ce ne sono altri come lei, sparsi per il globo, Discendenti delle stesse persone straordinarie che i Greci consideravano dei. Lei è una di loro e la aspettano da molto tempo. Alcuni per mettere fine a secoli di tradizioni che hanno oppresso il loro popolo con il pretesto di salvaguardarlo. Altri sono determinati a impedirle di realizzare il suo destino. Ma per Elyse il gioco è appena iniziato e non è disposta a stare alle loro regole.







What did you recently finish reading?

Ellie Hall ha un solo desiderio: dimenticare la vita di città e dedicarsi con amore alla piccola bottega del tè di Claverham Castle, per realizzare il suo sogno di bambina. Niente più noiosi calcoli al computer, finalmente: nelle sue giornate ci saranno solo tazze fumanti accompagnate da torte e biscottini, e amabili chiacchiere con i clienti. Tutto questo è però guastato dallo scorbutico Lord Henry, proprietario del castello, contrario ad aprire le porte della propria dimora ai visitatori. Ma Ellie non ha alcuna intenzione di perdere ciò per cui ha tanto lottato e così, cupcake dopo cupcake, con la sua bottega conquista il cuore degli abitanti, e i suoi dolci diventano l’attrattiva principale del posto. Ora tutto quello che manca nella vita di Ellie è un pizzico di romanticismo: sarà forse Joe, lo scontroso amministratore della tenuta, a donarle un po’ di inaspettata dolcezza?




Ikigai
Dal Giappone un metodo per giungere alla conoscenza di sé, alla scoperta di ciò che dà senso e realizzazione alla propria quotidianità. Lo scopo? Trovare il proprio ikigai, la propria ragione di vita, e sentire finalmente di condurre un'esistenza piena, soddisfacente e degna di essere vissuta. Ikigai è una parola magica, così magica che non ne esiste una traduzione semplice nelle lingue occidentali. Possiamo definirlo ''la ragione di esistere'', ''il motore della vita'', o ancora meglio ''ciò per cui vale la pena di alzarsi la mattina''. Ognuno di noi possiede il proprio, anche se non tutti ne sono consapevoli: è la premessa fondamentale per vivere una vita sana, soddisfacente e, semplicemente, felice.
Esempio ne sono gli abitanti dell'isola giapponese di Okinawa, dove il tasso di ultracentenari è tre volte superiore a quello delle quattro isole più grandi del paese: la loro consapevolezza riguardo al proprio ikigai, unita a uno stile di vita sano e rilassato, li rende una tra le popolazioni più longeve e felici del pianeta. Ispirandosi a loro e suggerendo esercizi pratici che guidano al riconoscimento dei valori e degli obiettivi veramente importanti per ciascuno nella vita, l'autrice ci insegna a riconoscere cosa ci trasmette energia, curiosità, positività, realizzazione personale, fiducia in noi stessi, progettualità. In altre parole, cosa ci serve per essere felici.




What do you think you'll read next?

La figlia dei ghiacciIn un remoto regno vichingo tutti aspettano da un momento all’altro le prue a forma di drago dei drakkar nemici, che un traditore ha condotto nei loro territori. I tre figli del re, Asa, Harald e Solveig, sono nascosti per ordine del padre sulla riva di un fiordo gelato dall’inverno. Solveig vorrebbe avere la grazia di sua sorella Asa e la forza del fratello Harald, l’erede al trono, ma gli occhi del padre sembrano non vederla mai. Non le resta che affidarsi al suo unico talento, una magia intessuta solo di parole, e apprendere, con l’aiuto del poeta di corte Alric, l’arte del racconto. Intanto le riserve di cibo sono sempre più esigue, l’attesa è snervante e le gonfie vele del nemico si profilano all’orizzonte. Se solo una semplice storia potesse cambiare il destino e rivelare il traditore che si cela nel gruppo¿ Se potesse far scoprire ad Hake, feroce guardia reale, che per resistere al freddo vi è un calore più potente del fuoco, quello dei sentimenti¿ E se potesse infondere a Solveig il coraggio per affrontare una battaglia senza lance e senza spade: diventare se stessa. 









|Mizuki|

martedì 4 settembre 2018

Teaser Tuesday #7: Oppression - I figli degli dei.

Buongiorno readers!
Come state? Finalmente l'autunno è alle porte e io letteralmente NON-VEDO-L'ORA!
Adoro l'autunno: le foglie che cadono, graziose e leggiadre; la pioggia che batte sui vetri freddi che si appannano leggermente gli alberi che si tingono di colori caldi e rilassanti e le tazze fumanti dei molti e molti tè che non possono non accompagnare una buona lettura. 

C'è forse qualcosa di meglio?





Oggi è Martedì e questo significa una sola cosa: rubrica!
Teaser Tuesday è una rubrica ideata dal blog Should beReading; consiste in un memo settimanale, appunto di martedì, dove il blogger apre a random il libro che attualmente sta leggendo ed estrapola parte del contenuto della pagina aperta.
Devo dire che è molto carina come idea, anche perché può essere un ottimo modo per non perdere occasione di segnare un nuovo libro sulla propria wishlist (ovviamente!) oppure per restare aggiornati sulla Reading Shelf del proprio blog preferito.

Le regole di questa rubrica settimanale sono molto semplici:
  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il libro della settimana è OPPRESSION - I FIGLI DEGLI DEI di JESSICA THERRIEN.

Oppression (I Figli degli Dei - Vol. I)
Ce ne sono altri come lei. Tanti. E la aspettano da moltissimo tempo… Elyse sa cosa significa mantenere un segreto. Lo ha fatto per tutta la vita. Due, a dire il vero. Per prima cosa, invecchia cinque volte più lentamente delle persone normali e, pur dimostrando diciotto anni, in realtà ne ha ottanta.
Secondo, il suo sangue ha il misterioso potere di guarire. Per Elyse questi elementi non la rendono speciale. Rendono la sua vita pericolosa. Dopo la morte dei genitori, è stata attenta a custodire il segreto il più possibile e solo un’altra persona al mondo conosce la sua età e la sua abilità.
O, almeno, così crede. Elyse non è l'unica a saper mantenere i segreti. Ce ne sono altri come lei, sparsi per il globo, Discendenti delle stesse persone straordinarie che i Greci consideravano dei. Lei è una di loro e la aspettano da molto tempo. Alcuni per mettere fine a secoli di tradizioni che hanno oppresso il loro popolo con il pretesto di salvaguardarlo. Altri sono determinati a impedirle di realizzare il suo destino. Ma per Elyse il gioco è appena iniziato e non è disposta a stare alle loro regole.

Pag. 167

"Se Iosif avesse avuto ragione, e io avessi scelto di salvare Anna al posto della mia
stessa vita, lo avrei spezzato, e se pensavo di perderlo mi si stringeva la gola. Non potevo permettermi di piangere. Vederlo mi aveva fatto mettere in discussione una decisione che consideravo già presa. All’improvviso, non sapevo se avrei potuto farlo. Dopo tutti quegli anni, finalmente avevo trovato l’amore. Non era giusto che mi fosse portato via così presto. Prima di William, sarei morta per Anna senza pensarci due volte, ma quando mi guardò nei suoi occhi vidi l’amore. Anche lui  aveva bisogno di me. Forse era un pensiero egoista, ma doveva esserci un altro modo.
«Be’?» mi chiese. Be’, cosa? mi domandai. Aveva sentito qualcosa che non avrebbe dovuto sentire? Non ero pronta ad affrontarlo sulla mia scelta. Non avrebbe capito. Non riuscivo a guardarlo negli occhi. Come avrei potuto, sapendo quanto profondamente gli avrei spezzato il cuore se avessi scelto Anna invece di lui? Ma un cuore spezzato poteva guarire, e Anna invece sarebbe morta. Sentivo un peso sul petto.
«Cosa ha detto?» 
Cercai di stabilizzare la voce e di sorridere mentre William mi colpiva con uno dei suoi sguardi inebrianti. «Ha detto che le cose si svolgeranno nel modo in cui sono state predette, qualunque cosa io faccia.»
William sollevò le mani. «Tutto qui? Cosa dovremmo fare? Scappare? Combattere? Devo parlargli.»
«No», insistetti, prendendogli la mano prima che potesse allontanarsi. «William, andiamo. Iosif ha detto che non importa quale percorso intraprenderò, in ogni caso mi condurrà alla stessa fine. Non ci resta che aspettare e vedere che succede.»
William emise un profondo sospiro mentre le porte della classe cominciavano ad aprirsi e gli studenti uscivano nel corridoio. «Aspettare e vedere che succede?»
«Sì», dissi, incoraggiandolo con una stretta delle dita.
Ci incamminammo verso la macchina senza dire una parola."

|Mizuki|

lunedì 6 agosto 2018

Novità di Agosto in Dunwich edizioni!

Titolo: Oppression (I Figli degli Dei – Vol. I)
Autrice: Jessica Therrien
Pagine: 306
Prezzo: € 4,99 e-book | cartaceo € 14,90


Data di Uscita: 3 agosto 2018
Link di acquisto: https://amzn.to/2NRtnC1


Ce ne sono altri come lei. Tanti. E la aspettano da moltissimo tempo
Elyse sa cosa significa mantenere un segreto. Lo ha fatto per tutta la vita. Due, a dire il vero. Per prima cosa, invecchia cinque volte più lentamente delle persone normali e, pur dimostrando diciotto anni, in realtà ne ha ottanta.
Secondo, il suo sangue ha il misterioso potere di guarire. Per Elyse questi elementi non la rendono speciale. Rendono la sua vita pericolosa. Dopo la morte dei genitori, è stata attenta a custodire il segreto il più possibile e solo un’altra persona al mondo conosce la sua età e la sua abilità.
O, almeno, così crede. Elyse non è l'unica a saper mantenere i segreti. Ce ne sono altri come lei, sparsi per il globo, Discendenti delle stesse persone straordinarie che i Greci consideravano dei. Lei è una di loro e la aspettano da molto tempo. Alcuni per mettere fine a secoli di tradizioni che hanno oppresso il loro popolo con il pretesto di salvaguardarlo. Altri sono determinati a impedirle di realizzare il suo destino. Ma per Elyse il gioco è appena iniziato e non è disposta a stare alle loro regole.

*********************
La serie I Figli degli Dei è basata sull’idea
che gli dei greci non siano mai stati veramente dei, 
ma una razza segreta che da secoli vive tra noi.
 I fan di Shatter Me
Percy Jackson
Divergent e Harry Potter 
adoreranno questa trilogia.

Risultati immagini per jessica therrienJessica Therrien ha trascorso la maggior parte della sua vita nella piccola città di Chilcoot, in California, in alto nelle montagne della Sierra Nevada. In questa città di quasi cento abitanti, senza lampioni o negozi di alimentari, c’era poco da fare se non trovare un modo per essere creativi. Sua madre, l’insegnante locale di inglese, l’ha ispirata a fare tutto ciò che era artistico e ha instillato in lei l’amore per le lingue. Jessica attualmente vive nel sud della California con suo marito e i loro due figli. È l’autrice della trilogia I Figli degli Dei e del romanzo Carry Me Home. Potete trovarla online all’indirizzo www.jessicatherrien.com






----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Titolo: Reboot (Afterlife Online – Vol. I)
Autore: Domino Finn
Pagine: 400
Prezzo: Ebook € 4,99 | cartaceo € 14,90

Data di uscita: 3 agosto 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2LxfcFp

Tad Lonnerman sta vivendo una giornata schifosa, bloccato in un traffico schifoso, in ritardo per una riunione schifosa. Il lato positivo è che la sua carriera come sviluppatore di giochi non è affatto schifosa, perciò la vita non è poi così male.
Almeno fino a quando non muore.
Ora Tad si ritrova caricato in un beta test di Haven, un MMO iper coinvolgente e non annunciato, in cui i morti hanno una seconda possibilità di vivere. Non è una realtà virtuale, è una realtà digitale. Un vero e proprio aldilà online.
Solo che Haven non è esattamente un paradiso. Tad si imbatte in una faida sanguinaria con i pagani, incontra angeli caduti e si ritrova a farsi raccontare balle dai santi. I suoi unici alleati? Un ragazzo con un’abilità speciale per morire e una fatina che gli rivolge a malapena la parola.
Tutto ciò che Tad desidera è tornare alla sua vecchia vita e farà qualsiasi cosa per riuscirci. Anche stringere un patto con il diavolo.




Risultati immagini per domino finn
Domino Finn è un veterano dell’industria dell’intrattenimento, ha lavorato a videogiochi pluripremiati, ed è l'autore della serie urban fantasy Il Fuorilegge della Magia Nera. Le sue storie sono formate in parti uguali da sudore, birra e sangue, e sono note perché trattano questioni pesanti con una parvenza di sovrannaturale. Se Domino ha un motto per il mondo, è che il fantasy è una faccenda seria.

mercoledì 25 luglio 2018

W.w.w. Wednesday #6

Buongiorno readers!
Eccoci come ogni mercoledì con una nuova puntata della rubrica Www Wednesday.

W.w.w. Wednesday è una rubrica ideata dal blog Should beReading
consiste in un memo settimanale, appunto di mercoledì, dove il blogger dovrà rispondere a tre domande:

- What are you currently reading?
- What did you recently finish reading?
- What do you think you'll read next?

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

What are you currently reading?



What did you recently finish reading?


What do you think you'll read next?

|Mizuki|

Teaser Tuesday #6: La piccola bottega del té di Caroline Roberts.

Buonasera readers!
Eccoci ad un nuovo appuntamento di Martedì con la rubrica...


Teaser Tuesday è una rubrica ideata dal blog Should beReading; consiste in un memo settimanale, appunto di martedì, dove il blogger apre a random il libro che attualmente sta leggendo ed estrapola parte del contenuto della pagina aperta.
Devo dire che è molto carina come idea, anche perché può essere un ottimo modo per non perdere occasione di segnare un nuovo libro sulla propria wishlist (ovviamente!) oppure per restare aggiornati sulla Reading Shelf del proprio blog preferito.

Le regole di questa rubrica settimanale sono molto semplici:
  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il libro della settimana è
LA PICCOLA BOTTEGA DI TE' di CAROLINE ROBERTS.

La piccola bottega del tèEllie Hall ha un solo desiderio: dimenticare la vita di città e dedicarsi con amore alla piccola bottega del tè di Claverham Castle, per realizzare il suo sogno di bambina. Niente più noiosi calcoli al computer, finalmente: nelle sue giornate ci saranno solo tazze fumanti accompagnate da torte e biscottini, e amabili chiacchiere con i clienti. Tutto questo è però guastato dallo scorbutico Lord Henry, proprietario del castello, contrario ad aprire le porte della propria dimora ai visitatori. Ma Ellie non ha alcuna intenzione di perdere ciò per cui ha tanto lottato e così, cupcake dopo cupcake, con la sua bottega conquista il cuore degli abitanti, e i suoi dolci diventano l’attrattiva principale del posto. Ora tutto quello che manca nella vita di Ellie è un pizzico di romanticismo: sarà forse Joe, lo scontroso amministratore della tenuta, a donarle un po’ di inaspettata dolcezza?





pag. 156

Non dovette aspettare molto per domandarglielo. Lo incontrò mentre lui stava scendendo dalla scala tortuosa e lei stava rientrando nella propria stanza. Aveva un'espressione seria sul volto.

"Ciao." . Cercò di suonare allegra e disinvolta.
"Ciao" . Lui tenne gli occhi bassi, evitando il contatto. Cavolo, Doris aveva ragione. Era il signor Brontolone, o cosa?
"Joe, tutto bene?"
Lui la fissò, lo sguardo torvo, tenebroso. "Sì, bene" . E se ne andò, come se quella fosse la fine della loro conversazione.
Non ebbe la possibilità di chiedergli del castello o del bacio, quasi non dovesse neanche osare. Gli guardò la schiena, tre, quattro, cinque gradini, fino giù e poi via. Se n'era andato. Non era sicura del perché ma avvertì una piccola lacrima formarsi  nell'occhio. Erano sembrati così vicini sulla cima della collina, rannicchiati insieme, solo pochi giorni prima. Gli aveva aperto il suo cuore, e ora lui non voleva nemmeno parlarle. Maledetti uomini! Nella sua camera, decise che quella settimana sarebbe andata a far visita a casa. Se fosse partita il martedì subito dopo il lavoro, sarebbe stata a Heaton per le sei e mezza, sarebbe rimasta per la notte, avrebbe rivisto la sua famiglia, e magari Gemma per un pranzetto il mercoledì. Così avrebbe avuto la possibilità di rivedere tutti, e di stare un po' di tempo lontana da lì.
Diretta a casa, guidando dietro a un camion sulla A1 nella sua piccola Corsa, tutto le sembrava così diverso rispetto a quattro settimane prima. Ora viveva e lavorava in un castello - questo la faceva ancora sorridere. Doris quel giorno era perfino riuscita a essere carina con lei, offrendosi di terminare le pulizie così che Ellie potesse uscire. E aveva quasi sorriso nel dirlo - stava bene? - ma aveva accettato volentieri la sua proposta. Era un gesto gentile ed Ellie lo apprezzava, così si era preparata ed era in auto già prima delle cinque.

|Mizuki|

lunedì 23 luglio 2018

Nuove uscite Casa Editrice Nord: settembre 2018.


Buongiorno readers!
Oggi vedremo le nuove uscite in casa Nord per questo Settembre che sta arrivando!


------------------------------------------------------------------------------------------------------

IL CIELO DOPO DI NOI

Alberto, il padre di Miranda, è scomparso. Da dodici anni lei non ha contatti con la famiglia e quella notizia è come un fulmine in un cielo che si è sempre rifiutata di guardare e che, adesso, la chiama a sé con prepotenza. Così, frugando tra le carte del padre, trova una lettera datata 18 novembre 1944: è una lettera d'amore destinata alla nonna, Gemma. Ma chi è l'uomo che promette a Gemma di tornare da lei e da Alberto? Possibile che quel mistero sia collegato all'improvvisa scomparsa del padre? C'è solo un modo per scoprirlo: andare a Sant'Egidio dei Gelsi, il paese in cui lui e Gemma si erano rifugiati durante la guerra. E, sotto il cielo idilliaco della campagna piemontese, Miranda raccoglierà i frammenti di una storia solo apparentemente dimenticata; la storia di un ragazzino senza padre, costretto a crescere troppo in fretta, e di una donna obbligata a prendere una decisione terribile, che segnerà la sua vita per sempre. Una storia che la condurrà infine da Alberto, ma che soprattutto le permetterà di alzare gli occhi e capire che il futuro – il cielo dopo di noi – si rasserena solo se si ha il coraggio di cancellare le nubi del passato e di aprirsi all’amore.

Risultati immagini per SILVIA ZUCCA




Silvia Zucca è laureata in Letteratura inglese e ha lavorato per diversi anni per una piccola rete televisiva milanese. La sua vera passione, però, è sempre stata la scrittura, cui ora si dedica a tempo pieno, sia come traduttrice sia come autrice.


------------------------------------------------------------------------------------------------------
VOX


Ogni giorno pronunciamo in media 16.000 parole, parole che usiamo per lavorare, per chiacchierare con gli amici, per esprimere la nostra opinione.
Immagina di poter dire 100 parole al giorno: non una di più. Ma soltanto se sei una donna…

Fino a poco tempo fa, Jean McClellan era una neurologa affermata. Adesso, a causa di una serie di leggi varate dal nuovo presidente degli Stati Uniti, Jean non soltanto non può più lavorare, ma non le è permesso neppure leggere, scrivere, parlare. Le donne, infatti, possono pronunciare solo cento parole al giorno. Se superano quel limite, il braccialetto che sono costrette a portare trasmette una scarica elettrica, che diventa più forte a ogni parola di troppo. Così, a cena, Jean e la figlia Sofia mangiano in silenzio mentre suo marito Patrick e i tre figli maschi chiacchierano spensieratamente. A scuola, i ragazzi studiano letteratura, scienze e arte; le ragazze economia domestica. E se Jean ancora si chiede come tutto ciò sia potuto succedere, Sofia e i suoi fratelli sembrano aver dimenticato la loro vita precedente. Perfino Patrick si è conformato alla nuova realtà con una rapidità sconcertante.

Un giorno, però, un gruppo di agenti governativi bussa alla porta di Jean: il fratello del presidente ha avuto un incidente che gli ha causato gravi danni cerebrali e lei è l'unica che possa salvarlo. In via del tutto eccezionale, sono disposti a disattivare il suo braccialetto e quello della figlia. Sebbene non abbia nessuna voglia di aiutare le persone che l'hanno letteralmente messa a tacere, Jean non resiste alla prospettiva di tornare a essere se stessa. Ma le basta un'occhiata per capire che non le è stata detta tutta la verità: il fratello del presidente è rimasto ferito pochi giorni prima, eppure nel laboratorio allestito alla Casa Bianca ci sono macchinari all’avanguardia e attrezzature sperimentali… Jean teme che l'incidente sia solo un pretesto dietro cui si cela un piano terrificante. Un piano di cui lei è la chiave di volta. Disgustata e atterrita, Jean dovrà decidere se rischiare il tutto e per tutto pur di far crollare il sistema e restituire a sua figlia e a tutte le donne un mondo più giusto. È il momento di far sentire la sua voce, prima che le venga portata via per sempre…


Risultati immagini per CHRISTINA DALCHER

Christina Dalcher si è laureata in Linguistica alla Georgetown University con una tesi sulla gorgia toscana. Ha insegnato italiano, linguistica e fonetica in diverse università del Regno Unito, prima di diventare ricercatrice presso la City University London. Parallelamente alla sua carriera accademica, ha sempre coltivato la sua passione per la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno. Vox è il suo primo romanzo.



------------------------------------------------------------------------------------------------------

SO CHI SEI

Stella Widstrand è una stimata psicoterapeuta. Ha una bella casa, una famiglia amorevole, una vita felicemente normale. Un giorno, però, una nuova paziente entra nel suo studio e, in un attimo, Stella torna a vent'anni prima, sulla spiaggia dov'era scomparsa Alice, la sua figlioletta di poco più di un anno. All'epoca, la polizia aveva concluso che la bambina era riuscita a raggiungere il mare ed era annegata, sebbene il corpo non fosse mai stato ritrovato. Nel fondo del suo cuore, però, Stella non ha mai creduto alla versione ufficiale e, adesso, ne è convinta: quella ragazza dai lunghi capelli neri è Alice. Per dimostrare di avere ragione, Stella è pronta a fare qualsiasi cosa. Anche a mettere a rischio la propria carriera. Anche ad affrontare oscuri segreti del passato e a camminare in bilico sul baratro della follia. Perché il confine che divide speranza e ossessione è sottile come un filo invisibile…

Isabelle Karlsson ha dovuto lottare a lungo per avere il permesso di frequentare l'università a Stoccolma. Se fosse dipeso solo da sua madre, sarebbe rimasta per sempre nel paesino in cui è nata e cresciuta. Isabelle era quindi lontana da casa quando il suo adorato padre è morto all'improvviso, e al dolore si è sommato lo sconcerto nel momento in cui la madre le ha rivelato che non era lui l'uomo che l'ha concepita. Confusa e arrabbiata, Isabelle decide di rivolgersi a una psicoterapeuta per essere aiutata a fare chiarezza nella sua vita. Tuttavia Isabelle non può sapere che entrare nello studio della dottoressa Stella Widstrand scatenerà una serie di eventi che la travolgerà…

Kerstin ha dedicato la sua esistenza alla figlia Isabelle, ha sacrificato tutto per crescerla al meglio e per farsi amare. E adesso non può permettere che un’altra donna si avvicini troppo a lei…


Elisabeth Norebäck è laureata in ingegneria e vive a Stoccolma col marito e i due figli. So chi sei è il suo romanzo d'esordio e si è subito imposto all'attenzione delle case editrici di tutto il mondo. Attualmente è in corso di traduzione in 34 paesi.





------------------------------------------------------------------------------------------------------

SETTEMBRE PUÒ ASPETTARE

Nel decimo anniversario della fine della seconda guerra mondiale, le strade di Londra sono gremite di gente e le bandiere sventolano da ogni finestra. Eppure, per alcune persone, quel giorno non verrà ricordato come una grande celebrazione, bensì come il giorno in cui Emily Parker è scomparsa senza lasciare traccia.
Rebeca è una studentessa spagnola da sempre affascinata dalla figura di Emily Parker. Ed è quindi naturale per lei incentrare la tesi di dottorato proprio su quell’enigmatica scrittrice inglese – svanita nel nulla l’8 maggio 1955 – e partire per Londra, alla caccia di indizi. Il trasferimento in Inghilterra è anche un modo per allontanarsi da un fidanzato che non è sicura di amare, da una Madrid che non sente più sua, da un futuro che le sembra scritto da altri. Così, quasi volesse prendere le distanze da un presente asfissiante, Rebeca si getta a capofitto nel passato, ricostruendo i frammenti dell’esistenza di una donna troppo indipendente per la sua epoca; di un amore sbocciato tra le bombe e sfiorito nella routine; di una generazione cui la guerra aveva portato via tutto, tranne il coraggio. E, rimettendo insieme i pezzi di quella storia, Rebeca riuscirà non solo a svelare il segreto di Emily Parker, ma anche a fare ordine nella sua vita e a diventare padrona del proprio destino.

Risultati immagini per SUSANA FORTES




Susana Fortes è nata a Pontevedra. Si è laureata in Storia e Geografia presso l’università di Santiago de Compostela e in Storia americana all’università di Barcellona. Tiene conferenze in Spagna e negli Stati Uniti e collabora con riviste e quotidiani, tra i quali La Voz de Galicia ed El País. Si è affermata sulla scena internazionale con Quattrocento (Nord) e le sue opere hanno vinto numerosi premi letterari, in Spagna e all’estero, tra cui il Premio de Novela Fernando Lara. Attualmente vive a Valencia.



------------------------------------------------------------------------------------------------------

|Mizuki|