martedì 17 aprile 2018

Teaser Tuesday #6.

Buongiorno lettori,
eccoci finalmente con un nuovo appuntamento del Martedì con la rubrica...


Teaser Tuesday è una rubrica ideata dal blog Should beReading; consiste in un memo settimanale, appunto di martedì, dove il blogger apre a random il libro che attualmente sta leggendo ed estrapola parte del contenuto della pagina aperta.
Devo dire che è molto carina come idea, anche perché può essere un ottimo modo per non perdere occasione di segnare un nuovo libro sulla propria wishlist (ovviamente!) oppure per restare aggiornati sulla Reading Shelf del proprio blog preferito.

Le regole di questa rubrica settimanale sono molto semplici:
  1. Prendi il libro che stai leggendo;
  2. Aprilo ad una pagina a caso;
  3. Condividi un estratto di quella pagina;
  4. Occhio agli spoiler! Assicurati di non dire troppo: non rovinare il piacere della lettura;
  5. Riporta titolo ed autore, così che i lettori possano aggiungere il libro alla loro TBR list se sono rimasti colpiti dal teaser.
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il libro della puntata di questa settimana è... 
La fine della solitudine di Benedict Wells.

Jules sa di essere un custode di ricordi, come dice Alva, ma questa non è solo la sua storia.
È la storia di tre fratelli, Jules, Liz e Marty, che da piccoli perdono i loro genitori in un incidente e sono costretti a vivere separati e senza famiglia, estranei l’uno all’altro. Marty si butterà a capofitto negli studi, Jules sfuggirà alla vita diventando un introverso mentre Liz si brucerà alla sua fiamma, vivendo senza limiti. La loro infanzia difficile sarà come un nemico invisibile, da cui impareranno a difendersi.
Più di ogni altra, questa è la storia di Jules e Alva. Due solitudini che si incrociano, si cercano e si mancano, inquiete, per anni. Jules e Alva sono incapaci di riconoscere quel che provano l’uno per l’altra, legati come sono dal bisogno di amicizia, con il loro perdersi, ritrovarsi e salvarsi.
Ma questa è soprattutto la storia di chi, come Jules, serba i propri ricordi insieme a tutte le alternative che non ha scelto, pur sfiorandole e sperimentandole attraverso la letteratura e la musica.
Dalla voce di un giovane e già osannato talento della narrativa tedesca, un grande romanzo sulla magia della scrittura che salva dal male. Un libro che commuove e fa sorridere, senza retorica né sentimentalismi, scritto in una prosa coinvolgente come il racconto di un sopravvissuto, chiara come una lama che affonda con dolcezza nelle nostre paure, calda come l’immagine di una foto ritrovata dopo lungo tempo.
 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

"Non sapevo bene come si sarebbero comportati i miei fratelli con Alva, ma già alla stazione la salutarono con un abbraccio. Liz e Marty sarebbero rimasti per il weekend.Salimmo insieme in paese. Alva prendeva i tornanti con quasi eccessiva prudenza, e io non potei fare a meno di pensare al modo in cui guidava in gioventù. 
- Qui è come nella Terra di Mezzo, solo senza hobbit-. Marty osservava affascinato le nuvole venate d'oro nel cielo della sera. Da qualche tempo soffriva di ernia del disco e stava seduto piuttosto rigido sul sedile accanto al guidatore.
- Qui andiamo persino a prendere il latte dal malgaro- disse Alva - Abbiamo un contenitore di due liti e portiamo a casa il latte schiumante-.
- Intendi dire che io porto a casa il latte - puntualizzai.
- E io cucino per te da mesi - .
- E' un vero peccato che Jules non faccia più da mangiare - disse mio fratello - Da piccolo stava sempre in cucina.  A volte buttava persino fuori i nostri genitori, perchè olevano mettere becco - .
- Non lo sapevo - si meravigliò Alva - Di recente gli ho chiesto se voleva cucinare e lui ha detto che non era capace - .
Invece di rispondere guardai i miei fratelli. - Il marito di Alva è molto contento della vostra visita - .
- Ho guardato su Google - disse Marty - America, Paesi Bassi, Russia, Svizzera. Ha avuto una vit movimentata. Quanti anni ha? -
- Settantasette - .
Lo sguardo di Marty si spostò da me ad Alva. Era al volante e sapeva che tutti in macchina stavano avendo lo stesso pensiero, ma non le importava niente.

pag. 198/199
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

E voi quale libro state leggendo? Lasciate titolo e autore o, ancora meglio, se avere un blog letterario e tenete anche voi settimanalmente questa rubrica lasciate nei commenti il link che vengo a dare un'occhiata sicuramente! ;)
A presto readers!
Mizuki

Nessun commento:

Posta un commento